mercoledì 4 aprile 2012

Casata Pontecorvese 2012



Anche quest'anno, come ogni anno, da tradizione (della mia zona) preparo la Casata; un dolce particolare che, se lo preparo io con le mie dosi, tutti coloro che non la conoscono rimangono sbalorditi per la gran quantità di ingredienti ma se lo dico alle persone di Pontecorvo mi guardano in faccia e scoppiano a ridere e mi dicono: "ma la se fàtta cica" (ma l'hai fatta piccolissima) ... praticamente le loro dosi sono mastodontiche per non dire "da paura". Qualche anno fa mia zia pontecorvese mi ha dato le dosi, le sue dosi, io le ho super-ridimensionate per i miei gusti anche perché non sono mai riuscita a finirmi una fettina (di 3cm) della loro casata, ne ero disgustata sin da bambina perché non sopportavo quei sapori così forti. 
Premetto che loro iniziano a riposare le uova da molto tempo, per farne una media casata utilizzano circa 70uova mentre io 12.
Altra particolarità di questo "dolce" pasquale è che nonostrante gli ingredienti vengano mischiati bene insieme (NON bisogna utilizzare assolutamente macchinari vari ma solo una frusta a mano), una volta cotta ed aperta, come dicono loro: "s'adda capà" nel senso che si devono distinguere i vari strati: canditi, cioccolato (questa volta ho utilizzato il lingotto Cuor di Cacao della Venchi che ho trovato ottimo), formaggio e uova; il tutto in maniera perfetta. Se una volta cotta ed aperta notano che gli ingredienti sono mischiati e non si sono "ricapati" allora la buttano, al massimo la mangiano ma con il pensiero che non è venuta bene.
 
Il formaggio da me utilizzato lo ha fatto mia madre, gli ho comperato al supermercato 1l di latte intero italiano (se la formaggella non viene è perché il latte utilizzato non è vero latte ma latte "in polvere") e lei, con il caglio, mi ha preparato la formaggella.

La teglia che io utilizzo è quella di alluminio a bordi alti, ne ho comperate di diverse misure.


23 commenti:

  1. fu Amore al primo morso con questo dolcino qui ♥

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia!! Complimenti alla cuoca!!!!

    RispondiElimina
  3. Che bella descrizioni di questo buonissimo dolce di tradizione Pasquale, complimenti! Ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Deve essere molto buona! Belle le tradizioni Pasquali!
    Ti va di votare la mia focaccia ripiena sul blog di cuoco per caso?
    Grazie

    RispondiElimina
  5. Debe ser muy buena si tu la has preparado y es una tradición,feliz pascua y bendiciones para ti,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  6. 70 uova?? mamma mia quante! però deve essere davvero una bontà!
    baci baci

    RispondiElimina
  7. Che curiosità mi hai messo! vorrei assaggiarla, magari fatta da qualcuno del posto!

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte e Buona Pasqua.

    Scusate il ritardo nel ringraziarvi ma in questi giorni sonos tata impegnatissima sia nella preparazione dei dolci pasquali che poi per la consegna alle zie.

    Baci da me

    RispondiElimina
  9. Sono rimasta sbalordita: 70 uova, se non viene bene non la mangiano, o la mangiano ma non la apprezzano!!quando si tratta di tradizione è così, ma credo che quando è troppo è troppo!!meglio cica che non averla fatta!!bravissima!!buona pasqua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido in pieno .. piccola ha tutto un altro sapore, buonissima.

      Grazie e Buona Pasqua da me

      Elimina
  10. Sono passata ad augurarti Buona Pace, ciao.

    RispondiElimina
  11. Non la conoscevo questa ricetta...complimenti e auguri....
    ******** @-@-@-@********
    ****** @————–@******
    **** @——————-@*****
    *** @——- Auguri——@****
    ** @——-di Buona Pasqua—-@***
    ** @—(\(\———-/)/)—-@***
    ** @—(=':')——-(':'=)—@***
    ** @–(..(")(")..(")(")..)—-@***
    *** @———————-@****
    ***** @—————-@******
    ******** @-@-@-@********

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Auguri di Buona Pasqua da me

      Elimina
  12. Ciao! Anch'io sono figlia di un pontecorvese e con mia cugina da quattro anni a questa parte ci divertiamo a preparare la casata...la nostra conta ben 50 uova, con una teglia di un diametro di circa 40 cm, alta 10 cm...beh, devo dire però che il sapore di una fetta da una casata grande, a mio modesto giudizio, è nettamente migliore! :-) Buona Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto contenta di leggere il tuo commento anche perché testimonia ciò che dico.
      Anche io lo dico sempre che il sapore cambia molto in base alla quantità di uova (ma questo vale per ogni cosa non solo per questo dolce); solo che, per i miei gusti personali, io preferisco quella fatta con molto meno uova. Secondo me è dipeso dal fato che quando ero piccola, le zie, me ne hanno fatta mangiare così tanta che mi ha disgustato.

      Grazie e Buona Pasqua da parte mia

      Elimina
  13. Ciao! non la conoscevo nemmeno io questa.. caspita se sono dei sapori forti!! capisco tu ne abbia fatto una versione "mignon".. anche se mi sembra abbastanza!! bello rispettare le tradizioni però! ps.. da oggi ti seguo
    baci
    luisa
    ghiottodisalute

    RispondiElimina
  14. Grazie per le vostre ricette tradizionali. Ho molto apprezzato. Io sono americana, ma i miei nonni sono nati in Pontecorvo. Ero alla ricerca di una ricetta per Casata fanno in modo tradizionale di fare per la mia famiglia per questa Pasqua. Ho le ricette della nonna per caroselli e canescione, ma non per la casata

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Io sono pontecorvese e ogni anno faccio la casata ma minimo di 40 uova, + piccola non viene bene e se non si capa sono guai..si rifa... ahahhah bisogna stare attenti a sbattere le uova, non devono assolutamente essere montate, e il formaggio ripassato al passatutto, e in forno sta per ben tre ore XD e una volta che si alza, deve abbassarsi.. :) procedura dura per chi nn ha mai visto la preparazione. E viene piatta la casata sopra :)

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento e per aver visitato il mio blog