martedì 22 giugno 2010

Ciambelle Ciociare con e Senza Glutine

Queste ciambelle si fanno dalle mie parti, non sono dolci ma hanno un sapore "particolare"; le mie preferite sono quelle prodotte a Sora (FR), le fanno anche enormi su richiesta per degli eventi religiosi. Praticamente vengono messe nelle ceste e portate in processione in testa; alla fine della processione vengono benedette e portate in chiesa che poi il sacerdote provvederà a dividere... ne darà un pezzo ad ogni famiglia del paese che ha "affittato la statua". Questa usanza è del paese di mia madre e a cui noi siamo molto legati. 



Sono riuscita a "trovare" la ricetta grazie all'aiuto di mia madre e anche ad internet, io le intreccio per comodità. Le ho fatte anche nella versione Senza Glutine, quelle preferite da mio marito.

CIAMBELLE CIOCIARE

- 800gr di farina
- 1 "c.no da thè" di lievito di birra liofilizzato
- 400gr di acqua
- 1 uovo
- 1 Cucchiaio colmo di strutto
- 2 "cucchiaini da thè" di sale
- 3 "      ""       da thè" di semi di anice

Impastare tutti gli ingredienti a lungo facendo sciogliere il lievito nell'acqua. Fare una palla e far lievitare 1h coperto con un contenitore.
Prendere dei grandi pezzi di impasto e formare un bigolo "spesso" 5cm. formare una ciambella o incrociare le estremità. nel frattempo mettere una pentola piena di acqua sul fuoco. Appena inizia a bollire tuffarci le ciambelle, poche alla volta, quanto basta per coprire il fondo. Quando vanno a galla toglierle con una schiumarola e metterle su un canovaccio ad asciugare.
Accendere il forno a 200° e, una volta arrivato a temperatura, tirare leggermente fuori la gratella e poggiarle direttamente lì sopra. Farle cuocere per circa 30min (o finché non siano colorite).




CIAMBELLE CIOCIARE SENZA GLUTINE
 

- 600gr del Mix pane senza glutine (io ho miscelato 420 g di Mix B, 180 g di Farmo (anche senza lattosio), 150 g di Pandea e poi ho prelevato i grammi che mi servivano)  
- 1 "cucchiaino da thè" di lievito di birra liofilizzato  
- 400gr di acqua 
-1 uovo 
- 1 Cucchiaio colmo di strutto
- 2 "cucchiaini da thè" di sale
- 3 "       ""      da thè" di semi di anice (io uso quelli di finocchio)

Impastare tutti gli ingredienti a lungo facendo sciogliere il lievito nell'acqua. Fare una palla e far lievitare 1h coperto con un contenitore.
Prendere dei grandi pezzi di impasto e formare un bigolo "spesso" 5cm. formare una ciambella o incrociare le estremità. nel frattempo mettere una pentola piena di acqua sul fuoco. Appena inizia a bollire tuffarci le ciambelle, poche alla volta, quanto basta per coprire il fondo. Quando vanno a galla toglierle con una schiumarola e metterle su un canovaccio ad asciugare.
Accendere il forno a 200° e, una volta arrivato a temperatura, tirare leggermente fuori la gratella e poggiarle direttamente lì sopra. Farle cuocere per circa 20min (o finché non siano colorite). 





 Sicuramente in altri paesi si chiameranno diversamente con questa forma ma quelle gigantesche credo che sìano "uniche" delle nostre parti.





9 commenti:

  1. bravissima!!solo favolose!complimenti!!

    RispondiElimina
  2. Che belle le ricette della tradizione.
    Complimenti sono stupende!

    RispondiElimina
  3. che belle...non le conoscevo...brava

    RispondiElimina
  4. Claaaaaa! le mitiche ciambelline! Io ho mangiato quelle senza glutine ovviamente ed erano squisite

    Bravissima Cla! :-D

    RispondiElimina
  5. Adoro le ricette della tradizione.......
    Deve essere 'na squisitezza, perfetta anche la forma....
    baciotti..... ooops.... volevo dire miaooooooo.....

    RispondiElimina
  6. Claudiu' la prossima volta che le fai...
    non ti scorda' della tua amichetta Enza...
    bravissima!!
    tantissimi bacetti

    RispondiElimina
  7. buonissime le adoro! ho avuto l'onore di mangiarle complimenti
    Ciao

    RispondiElimina
  8. oh cavolo... mi hai ricordato le pretzel... ma io queste le ho mangiate vero??? ovviam gf...

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento e per aver visitato il mio blog