mercoledì 23 marzo 2011

Piada con farina di Segale

Pochi giorni fa ho visitato il bellissimo blog di Marina, aveva fatto la piada, ho letto tutto il post e leggendo ciò che diceva ... e cioè che il colore della piada non deve esser bianco ... mi è venuto in mente che avevo in credenza un pacco iniziato di farina di Segale Molino Chiavazza. ed ho usato proprio quella perché la farina integrale era terminata; servita in un bellissimo piatto ovale LP Design.
Vi copincollo la ricetta apportando le mie modifiche


- 250gr di farina 0
- 250 gr di farina di segale Molino Chiavazza
- 100 gr di strutto
- un cucchiaino raso di bicarbonato
- un cucchiaino raso di sale
- circa 300ml di acqua tiepida (l'impasto deve essere morbido ma sodo)

Preparare la fontana con le due farine, intorno alla fontana distribuire il sale e il bicarbonato. Mettere al centro i pezzetti di strutto, con l’acqua tiepida e cominciare a sciogliere lo strutto nell’acqua incorporando poco a poco la farina. L’impasto deve essere sodo come quello che si prepara per la pasta. Impastare per 5 minuti dopodiché lasciare riposare per un’oretta sotto un piatto.
Trascorso il tempo dividere l’impasto in cinque palline e stenderlo secondo i propri gusti. Cuocere le piade su un testo in ferro o in ghisa ben caldo.


Devo dire che è davvero ottima, le ho farcite con insalata-pomodori-scaglie di parmigiano-ciligine mozzarella tagliuzzate-maionese-tonno; gli ingredienti sono stati questi, a qualcuno ho omesso un ingrediente aumentando l'altro. Non conosco il vero sapore della piada romagnola ma una volta l'ho comprata; quella che ho fatto mi piaceva moltissimo.

Grazie Marina,




24 commenti:

  1. Bella idea la piada con questa farina, ciao

    RispondiElimina
  2. Qué rico Claudia no conocía la Piada pero se ve muy rica. Esas harinas se ven fantásticas. besitos.....

    RispondiElimina
  3. Adoro la piada e non pensavo si potesse fare integrale. ottima idea

    RispondiElimina
  4. Neanche io conosco il sapore di quella romagnola, però questa mi sembra ottima!

    RispondiElimina
  5. Una bellissima scoperta e mi ripeto, adoro il "passaparola" culinario, se te lo sei persa la prima volta, c'è sempre il secondo giro.
    Veste "rinfrescata" al blog... mi piace ;-)

    RispondiElimina
  6. devo decidermi a farle anch'io....adoro le piade e questa con la farina di segale dev'essere favolosa!

    RispondiElimina
  7. Bella, la piadina abbronzata, versione estiva!! Grande Claudia!! Bellissima idea, a vederla sembra Favolosa!!!! Bravissima core mio!!Un bacione!!

    RispondiElimina
  8. Hai avuto veramente una bella idea a farla con la farina di segale, ha un aspetto meraviglioso!
    Baci

    RispondiElimina
  9. bella questa idea.....molto particolare, ciao.

    RispondiElimina
  10. Anch'io sono patita dei prodotti del molino Chiavazza! ottima questa piadina!

    RispondiElimina
  11. Sono contenta che questa versione sia piaciuta; il merito è di Marina e del suo blog, se non leggevo il suo post non ci avrei mai pensato ad usare quella di segale.
    Nel sacchettino ce ne è ancora un po' quindi queste piade le rifarò sicuramente e magari doserò meglio l'acqua.

    Baci e Grazie a tutte

    RispondiElimina
  12. La tua versione è veramente eccellente!!! Complimenti cara, un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Io adoro la piadina romagnola! La tua mi attira davvero molto! :)
    baci baci

    RispondiElimina
  14. Bella e buonissima idea, brava!

    RispondiElimina
  15. Queste non deve vederle Manu...senno' mi costringe
    a fargliele....ama la piadina!!bravissima Claudiu'
    baciotti!!
    a presto
    Enza

    RispondiElimina
  16. grazie per la ricetta i miei figli vanno matti per la piadina

    RispondiElimina
  17. Brava Cla! Bello il blog rinnovato! Un bacione :)

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutte, sono contenta che via piaccia sia la nuova veste del blog che queste piadine.
    Avevo bisogno di cambiare anche io veste.

    PS: Olga, che bello leggerti. ti mando un baciotto e un fortissimo abbraccio

    RispondiElimina
  19. bellissima idea la riproporrò ai miei cari simmy

    RispondiElimina
  20. assolutamente da provare, adoro le farine alternative!!! Grazie Claudia!

    RispondiElimina
  21. Grazie Claudia, sei stata molto molto carina a scrivere di me:-)) sono molto lusingata...
    Bella la nuova veste del blog, molto più fresca!
    Un bacio,
    Marina

    RispondiElimina
  22. Grazie, siete molto gentili.

    Marina, grazie.

    RispondiElimina

Grazie per il vostro commento e per aver visitato il mio blog